Committenza industriale, architettura, fotografia: Dalmine, Giovanni Greppi, Bruno Stefani

Committenza industriale, architettura, fotografia:

Dalmine, Giovanni Greppi, Bruno Stefani.

 

Carolina Lussana, Jessica Brigo

 

 

La Fondazione Dalmine nasce nel 1999 per iniziativa di TenarisDalmine - sito italiano di Tenaris, leader globale nella produzione di tubi in acciaio senza saldatura - con l'obiettivo di promuovere la cultura industriale e il patrimonio storico archivistico di un azienda presente sul territorio da 110 anni.

L’azienda promuove fin dai primi anni di attività la costruzione di edifici e insediamenti oggi parte integrante della città industriale di Dalmine. Tra il 1924 e il 1958 l’architetto Giovanni Greppi (1884-1960) realizza per conto dell’impresa quartieri per operai e impiegati, foresteria, scuola, asilo, una chiesa, la mensa operai, la Casa del Fascio, il dopolavoro, il deposito cicli, esercizi commerciali, aziende agricole, impianti sportivi e colonie estive a Dalmine, Castione della Presolana, Riccione. Si tratta di un insieme architettonico ed urbanistico che rappresenta in modo eloquente le tappe di evoluzione del linguaggio architettonico del Novecento.

All’inizio degli anni trenta la società commissiona i primi lavori a Bruno Stefani (1901-1978), attivo soprattutto nel campo della fotografia industriale, pubblicitaria, di moda, ma anche di paesaggio. A Dalmine, questo autore rappresenta la città industriale e le sue architetture secondo una personale cifra stilistica caratterizzata da riprese dall'alto, scorci diagonali, geometrie complesse, forti contrasti di luce. Utilizza con disinvoltura quello specifico linguaggio fotografico del Modernismo, in cui la precisione dell’inquadratura e un certo grado di stilizzazione esaltano il rigore delle geometrie architettoniche create da Greppi. Le sue foto d’architettura sono pubblicate in cataloghi e monografie aziendali realizzate dallo Studio Boggeri, all’avanguardia nella grafica.

Negli scatti di Stefani, oggi conservati presso l’archivio della Fondazione Dalmine, la voce dell’architetto, del fotografo e del committente si fondono in una sola.

 

 

 

 

 

PALAZZO LOMBARDIA

(Sala Biagi, ingresso n. 4, 1° piano)

Piazza Città di Lombardia - Milano

info@fotografiaperlarchitettura.eu

Copyright © All Rights Reserved