L’archivio fotografico Roberto Pane. Un patrimonio da valorizzare

L’archivio fotografico Roberto Pane.

Un patrimonio da valorizzare

 

Florian Castiglione

 

 

Roberto Pane (1897-1987) è noto internazionalmente per i suoi contributi di storia dell’architettura e per le sue teorie sul restauro, ma sono meno conosciuti altri aspetti dell’attività di Pane, tra i quali la fotografia. Eppure vi è un archivio fotografico dello storico che è custodito presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, ma esso risulta essere mal catalogato e inaccessibile. L’archivio consta di migliaia di immagini di altissima qualità realizzate tra la fine anni ’40 e inizi degli anni ’80. Il materiale custodito consta esclusivamente di fotografie di architettura e di paesaggio che sono state realizzate sia sul territorio italiano che estero in paesi come Inghilterra, Spagna, Grecia, Stati Uniti, Messico e Cina.

Le fotografie di Pane sono caratterizzate da un duplice aspetto: documentario e critico. L’intento documentario è correlato fortemente con le ricerche condotte in qualità di storico; per tale ragione le sue fotografie assumono un approccio oggettivo senza alcun vezzo artistico. Il secondo aspetto, quello critico, mostra l’interpretazione del tutto personale dell’architettura rappresentata. Le fotografie del Nostro hanno avuto grande riscontro critico da parte di numerose figure di rilievo dell’epoca tra i quali lo storico Bruno Zevi.

Il contributo fotografico di Pane è significativo per la storia dell’architettura da più punti di vista. Osservando i temi fotografici più ricorrenti della sua fotografia si può meglio comprendere la poliedrica figura di Roberto Pane. Inoltre le fotografie rappresentano una testimonianza storica dei luoghi rappresentati; luoghi spesso poco conosciuti o del tutto inediti (basti pensare alle immagini realizzate nella Cina di Mao). Infine, con riferimento alle fotografie di denuncia, il Nostro si è mostrato sensibile alle tematiche dell’attualità e ha agito da vero e proprio reporter per documentare le speculazioni in atto nel secondo dopoguerra.

L’archivio fotografico Roberto Pane, a oggi ancora in gran parte inedito, risulta essere un patrimonio di grande valore storico-culturale che meriterebbe di essere valorizzato per consentire studi e ricerche sul materiale custodito. Tale studio intende mostrare una panoramica generale dell’opera fotografica dello storico affrontando le tematiche maggiormente affrontate: il paesaggio e l’architettura rurale, la fotografia di denuncia delle trasformazioni urbane ed architettoniche, i monumenti e le opere dei grandi architetti.

 

PALAZZO LOMBARDIA

(Sala Biagi, ingresso n. 4, 1° piano)

Piazza Città di Lombardia - Milano

info@fotografiaperlarchitettura.eu

Copyright © All Rights Reserved